salta al contenuto
salta al menu delle attività turistiche
Logo RavennaBlu
RavennaBlu il portale del turismo e del tempo libero per Ravenna e Provincia, Hotel Romagna, Hotel Ravenna, Hotel Cervia, Hotel Milano Marittima

Pineta di Classe – Saline di Cervia 
L’area pinetale di Cervia è l’ultima propaggine meridionale dell’antica selva che si estendeva, quasi senza interruzioni, sul litorale adriatico dal Reno fino a sud della città di Cervia. L’essenza arborea più rappresentata è il pino domestico. La sua chioma ad ombrello lo differenzia dal pino marittimo, più diffuso nelle pinete costiere. Le saline di Cervia rappresentano un'area umida di 827 ettari compresa in una depressione sita a monte del cordone litoraneo. Il sito in comunicazione con il mare attraverso due canali - canale del Pino e canale della Bova – ospita importanti colonie nidificanti di limicoli, gabbiani, sterne e accoglie ogni anno migliaia di uccelli svernanti e di passo. Più a nord, si estende il sistema naturale circostante la foce del torrente Bevano, unica foce naturale intatta dell’Adriatico, con meandri impaludati tra le dune, le bassure e gli stagni salmastri dell’Ortazzino e dell’Ortazzo, la splendida pineta di Classe e 5 chilometri di spiagge e dune incontaminate in cui nidificano fraticello, fratino e beccaccia di mare.

Pineta di Classe


E in più...

Basilica di S. Apollinare in Classe e Parco archeologico
Costruita in epoca bizantina, la basilica fu consacrata nel 549 dal Vescovo di Ravenna Massimiano.
L’impianto architettonico esterno è stato edificato in mattoni lunghi e stretti, mentre il campanile, del X secolo, presenta una forma cilindrica ornata da monofore, bifore e trifore. Lo spazio interno, articolato in tre navate, è intervallato da 24 colonne in marmo greco sormontate da capitelli bizantini.
La zona absidale e le pareti scintillano di mosaici realizzati nella metà del VI secolo. La parte cenrale dell’abside presenta la Trasfigurazione di Cristo sul monte Tabor. Nella parte inferiore, al centro di un paesaggio verdeggiante che richiama la vicina pineta, figura S. Apollinare orante. Tra le finestre sono raffigurati i quattro vescovi fondatori delle principali basiliche ravennati: Ecclesio, Severo, Orso e Ursicino. Poco più a Nord della Basilica sorge il Parco Archeologico dell’antico Porto di Classe.

Compagnia dell'Adriatico











RavennaBlu® è marchio registrato proprietà di InteRa srlwww.intera.it [apre una nuova finestra]