salta al contenuto
salta al menu delle attività turistiche
Logo RavennaBlu
RavennaBlu il portale del turismo e del tempo libero per Ravenna e Provincia, Hotel Romagna, Hotel Ravenna, Hotel Cervia, Hotel Milano Marittima

Società Conservatrice del Capanno Garibaldi
via Armando Diaz n. 23

  • Telefono:
    0544 212006
  • Fax:
    0544 242049
  • E-mail:
    info@capannogaribaldi.ra.it
  • Orario apertura:
    dal lunedì al sabato  dalle 9,00 alle 13,00


L'ufficio della "Società Conservatrice del Capanno Garibaldi" è stato concesso in comodato gratuito della cooperativa culturale Pensiero e Azione ed è situato nella centrale via Armando Diaz n. 23, a pochi passi dal Municipio. Per raggiungere la sede in auto, basta arrivare in zona stazione ferroviaria, parcheggiare in uno dei tre parcheggi indicati in piantina e percorrere, a piedi, l'ultimo tratto. Per chi raggiunge Ravenna in treno, troverà l'ufficio lungo l'asse stradale che conduce al Municipio.    

Il Capanno Garibaldi

Il Capanno Garibaldi




Il capanno del Pontaccio oggi Garibaldi, è uno dei luoghi più significativi ed integri che testimoniano la  "trafila", i 14 giorni dell'agosto 1849, che segnarono il passaggio  memorabile di Giuseppe Garibaldi nelle terre di Romagna e basso ferrarese.
Si trova a breve distanza dei 9 centri balneari di Ravenna: Casalborsetti, Marina Romea, Porto Corsini, Marina di Ravenna, Punta Marina Terme, Lido Adriano, Lido di Dante, Lido di Classe e Lido di Savio. A poche centinaia di metri, in linea d'aria, c'è la stazione marittima da dove partono i traghetti per Catania. Il luogo è uno dei più suggestivi del  Parco del Delta del Po. Oggi il capanno è monumento storico, posto sotto la tutela della Sovrintendenza Archeologica.

E' posto a 8 km a nord - est di Ravenna, splendida città d'arte.
Il capanno è raggiungibile dalla S.S. 309, deviando per Marina Romea e dalla via Baiona, strada che dalla città conduce ai Lidi Nord, lungo la zona industriale. La segnaletica turistica, posta in corrispondenza del Ferry Terminal del porto di Ravenna,  ne indica la posizione esatta.
Una volta parcheggiato, si raggiunge il capanno Garibaldi percorrendo un viottolo pedonale, circondato da olivelle e tamerici,  che penetra la valle della Baiona per 200 metri.

Garibaldi vi giunse dopo la caduta della Repubblica Romana, inseguito dagli Austriaci mentre tentava di raggiungere Venezia. Il monumento segna perciò una tappa importante della "trafila" garibaldina.
Grazie all'opera della Società conservatrice , che si protrae dal 1879, il capanno Garibaldi è giunto a noi in perfetto stato di conservazione. Nel 1972, il capanno, è stato sollevato dal livello originario di 1,25 metri per sottrarlo all'acqua e alla subsidenza del territorio ravennate.

Il capanno è facilmente raggiungibile dalle diverse località della costa romagnola e ferrarese ed è meta continua di visite turistiche e di scolaresche. La Società Conservatrice ne cura la fruibilità didattica e la manutenzione.  Il calendario di apertura al pubblico va da marzo a settembre di ogni anno.

fonte: www.capannogaribaldi.ra.it

Compagnia dell'Adriatico











RavennaBlu® è marchio registrato proprietà di InteRa srlwww.intera.it [apre una nuova finestra]