salta al contenuto
salta al menu delle attività turistiche
Logo RavennaBlu
RavennaBlu il portale del turismo e del tempo libero per Ravenna e Provincia, Hotel Romagna, Hotel Ravenna, Hotel Cervia, Hotel Milano Marittima

Per Informazioni:
Servizio Turismo tel. 0545 38561
Informacittadini tel. 0545 38444

Méte lungo il percorso:
Chiesa di San Giuseppe a Chiesanuova - Voltana
Chiesa dell'Arginino - Voltana
Chiesa di Passogatto - Passogatto
Chiesa di Belricetto e Palazzo Tampieri - Belricetto
Avioclub deltaplani - strada Purgatorio
Chiesetta della Madonnina - strada Canale Vecchio
Chiesa di Ascensione - Ascensione
Parco del Loto - Lugo
Ponte delle Lavandaie - Lugo
Chiesa di Zagonara - Zagonara
Aeroporto F.Baracca - Zagonara
Molinello - Zagonara

In Bici a Lugo

In Bici Sul Filo Della Memoria





In Bici Sul Filo Della Memoria - Itinerario ciclabile nella campagna lughese
Questo itinerario costituisce una sorta di viaggio nel tempo, un viaggio di circa duecento anni dalla civiltà contadina all'era tecnologica, un suggestivo percorso sul filo della memoria. Grande protagonista è la campagna, con i suoi colori, i filari delle viti, i frutteti, i campi di grano; una campagna che si perde a vista d'occhio e che, a tratti, sembra persino inghiottire il viaggiatore: eterna, immutabile, sospesa in un tempo mitico. Un paesaggio che in certe stagioni, l'inverno e l'estate soprattutto, può evocare quel "delirio di immobilità" di cui scriveva Eugenio Montale in una sua splendida poesia. Uno scenario che non conosce rilievi, asperità, colline - visibili solo nei giorni tersi - e dove il vento è quasi sempre assente, straniero, salvo quando spira la corina e tutto si anima di una tensione lunatica, inquietante, visionaria. Percorrere questi luoghi in bicicletta, con l'andatura tranquilla dei celebri viaggiatori sei e settecenteschi, favorisce l'osservazione, il ricordo, la sosta all'osteria, la scoperta dei segni e delle tracce che gli esseri umani hanno lasciato nel territorio: le chiese del Settecento, i vecchi mulini, i fiori di loto, gli insediamenti urbani, le 'macchine' per volare, quasi a riproporre le gesta di Francesco Baracca. Ecco allora che al termine del percorso si produrrà nel "viandante" una sorta di piccola magia, quasi un sortilegio: un 'universo' che sembrava inizialmente estraneo ai suoi occhi, magari anonimo, piano piano è filtrato in lui, ha lasciato le prime impronte, è divenuto parte del suo paesaggio interiore. A quel punto un altro viaggio inizia, forse quello vero.

Compagnia dell'Adriatico











RavennaBlu® è marchio registrato proprietà di InteRa srlwww.intera.it [open a new window]